Archive for ottobre 2009

Per la legge di Murphy

8 ottobre, 2009


No, il peggio non è svegliarsi tardissimo dalla pennichella post prandiale.
Non è nemmeno precipitarsi in macchina ancora spettinata, con il prepotente segno del cuscino del divano inciso sulla faccia.
Non il lanciarsi in una folle corsa verso il rientro pomeridiano al lavoro nel vano tentativo di non arrivare tardi.
Non il bestemmiare a 800 decibel in aramaico antico.
No.
Il peggio, amici miei, è rimanere incastrati sulla lunghissima statale, a poco più di trenta all’ora, per poco meno di trenta chilometri.
Davanti una corriera di nani spensierati e raggianti che, paghi dell’ennesima fine di una giornata di scuola, dal grande vetro posteriore, ti fanno tutti ‘ciao’ con la manina.
Dietro una volante della polizia.