Archive for settembre 2009

Approfondimenti

24 settembre, 2009

E’ un classico, ormai.
Il dvd è nel lettore in pianta stabile.
La notte, usciti dall’ingarbuglio di uno scomodo divano, ci si trascina semi-incoscienti in camera da letto e si fa partire il play.
E “Cars” obbedisce.
E ci accompagna al sonno; spesse volte solo pochi secondi di lavoro, ma, in ogni caso, lui scorre fino alla fine, ligio, pur senza l’attenzione di anima viva.
Capita poi, immancabilmente, che la schermata iniziale del dvd riprenda in automatico, in attesa di direttive di uno spettatore che lui non può immaginare rattrappito su se stesso, in braccio a un sonno catatonico.
“vuoi selezionare una scena?”
“vuoi cambiare la lingua?”
“vuoi vedere i contenuti speciali?”
No, il film è finito cazzo!, spegniti.
Ma niente da fare, nessuno gli dice un cazzo a sto povero cristo, e lui, che non sembra intuire, continua, ligio come sempre, ad aspettare.
Solo che mentre lui aspetta, canta.
E canta sempre quelle 4 fottute note.
Che diventano sveglia, più che ninna nanna, in quel ripetitivo riproporsi.
Stanotte, dopo uno scocciato risveglio, cerco confusamente il telecomando fra le pieghe delle lenzuola.
A tastoni, alla cieca, alla cazzo.
Niente, non lo trovo.
Mi tocca aprire gli occhi.
Vedo il telecomando poggiato comodamente sul comodino del piccolo T.
Gomitino.

Secondo gomitino.

Niente, ronfa che è una meraviglia.
Adotto l’ausilio vocale.
–         “Amore?”

–         “Amoreee????”

–         “Dai, tesoro, spegni la tv.. il telecomando è lì da te… dai..”
–       “All’arrembaggio”.
–         “…cosa?”
–       “Con furore”
–         “…scusa, cos’è che stai dicendo.. amore??”
–        “Ma sì, sì, con furore”
–         …

L’ho scavallato, ho impugnato lo scettro del potere e ho ordinato allo schermo di zittirsi.
E, nel buio di una stanza finalmente tranquilla, poi ci ho pensato.

E menomale che lui, i sogni assurdi, li sgama no?

Di primo mattino

15 settembre, 2009

Cronache del perduto amore.

4 settembre, 2009