Archive for aprile 2007

Tre sigarette e mezza

30 aprile, 2007

Ho pianto, per tre sigarette e mezza.
A singhiozzo.
Appena accennavo a smetterla e risfioravo quel pensiero, altro pianto dirotto, altra sigaretta.
Cinque giorni meravigliosi abbracciati a un nugolo di sorrisi meravigliosi.
Il recente ricordo di quell’entusiasmo screziato di stanchezza che ci ha visibilmente segnato, dalle spalle che si incurvavano giorno dopo giorno, agli occhi che si cerchiavano di sonno man mano che si avanzava.
La notte bianca ci ha visti in piedi ininterrottamente fino ad un’alba soleggiatissima che ha illuminato i volti di noi pochi superstiti; straniti, quasi fossimo stati risvegliati da una sorte di ipnosi, inebetiti, stregati da quel lucchichìo metallico.
Il luccichìo di quei 30 fusti di birra, svuotati dalla fiumana di gole assetate di quella infinita notte precedente, lì, impilati a piramide, uno sopra all’altro.
Il nostro prezioso trofeo.
Il premio in grado di azzerare di netto i timori del “ce la faremo?” e delle innumerabili paure di non poter vantare alcuna esperienza nel campo e di poter peccare di incompetenza.
E lì come cazzoni a scattare foto in arrampicata su quell’ara sontuosa.
Con un’energia ritrovata meravigliosa, abile a farci ballare tutti su quel prato verde smeraldo, tra la raccolta di un resto di bicchiere di plastica e l’altro.
Una danza strana coi rastrelli, scaturita da gambe stanche ma incredibilmente cariche di adrenalina, in silenzio, occhi ridenti in occhi ridenti.
Siamo grandi.
E via avanti con le foto.
Memorabile.
Oggi non ho neppure pranzato.
Al self-service la ragazza che ogni giorno da mesi mi sfama a mezzogiorno mi ha guardato corrucciata.
Pregavo non si spingesse oltre, ma quando mi ha domandato dove avessi lasciato il mio proverbiale sorriso, gli argini sono crollati e le sono scoppiata davanti in lacrime.
Ho chiesto scusa sorridendo come potevo e cercando di convincerla che sono soltanto pazza e che non è successo nulla di grave.
In realtà ero appena stata dal fotografo, con la stessa impazienza con la quale vi potreste immaginare un bambino all’appuntamento con il luna park tanto atteso.
Tra la seconda e la terza sigaretta ho dato una forma alle frasi che quell’occhialuto grassone mi aveva detto e che parevano dapprima impossibili, poi inverosimili, infine di una crudeltà inumana.
E’ meglio che ve lo dica in fretta sennò riattacco a piangere.
Il rullino è stato danneggiato in fase di sviluppo e quei nostri preziosi frammenti di vita sono andati persi.
Ecco che ricomincio.
Vado a fumare quell’ultima mezza sigaretta.

Svuotata di ogni impulso reattivo, attendo, apparentemente serafica, consigli, anche via mail, sulla produzione di bombe casalinghe.
Mai stata più seria.

Annunci

Son cose.

19 aprile, 2007

Capo- “che ne dici.. ci andiamo a fare un caffettino?”
Io- “mm, fantastico!”

Nell’alzarmi, arraffo nella borsa in cerca delle chiavi e sfilo un’odorosa Chersterfield light dal pacchetto semivuoto.

Capo- “ma dimmi, su…, dove lo trovi un lavoro così…? Pausa caffè, sigarettina… eh…??”
Io- “..ma infatti! Io del lavoro mica mi lamento.. è il capo che mi sta bellamente sulle palle…”

Corredare la frase con un risolino divertito e un occhiolino complice è d’obbligo.
La stoccatina di gomito è il surplus che ti darà la certezza matematica che creda che ridi con lui e non di lui.
Davvero fantastico, quel caffè.

****
Osservazione di merito:
al Richard Gere dei poveri del bar qua a fianco, oggi và il premio di GiovaneDentro 2007, per i suoi ostinati, improbabili, scoraggianti tentativi di stile.
Oggi, a una maglietta di Dolce&Gabbana elasticizzata con lo scollo a v, dal quale fuoriusciva una quantità indecorosa di peluria bianca (oltre che all’anguria da 18 kg che tiene al posto dell’addome), abbinava un paio di rayban topgun a specchio inforcati sulla fronte e un paio di jeans scoloriti stracciati sulla tasca posteriore destra.
Quasi quasi lo promuovo da Richard Gere dei poveri al Tom Cruise dei tempi d’oro.
Son cose.

Big Buffalo Ranch

17 aprile, 2007

Nonostante non siate presenti nella mia mailing list, ho pensato fosse doveroso rendervi comunque partecipi e girarvi la mail che ho inoltrato poc’anzi ad amici e affini. 

E anche quest’anno ritornano.
Dal 21 al 25 aprile, in piazza a Gradisca, in occasione della manifestazione “Prato fiorito”.
Ma come chi?  .. i “Country Wave”, no? 😉
(se l’anno scorso non sei stato dei nostri (male) fatti una capatina sull’allegato*)
(*foto saloon, v. post precedente)
Ritornano, vi dicevo, rinnovati, carichi e entusiasti.. passate a trovarci, non ve ne pentirete 😉
Di seguito un programma dettagliato dei quattro giorni.
SABATO 21 APRILE
Ore 10.00: apertura chiosco e inizio festeggiamenti!
Salvo cambiamenti dell’ultimo minuto, quest’anno dovremmo sistemarci a metà della piazza, lato Maialotto, di spalle all’Emopoli a sinistra, facce direzione Gorizia.. vabbè avete capito, dai.
Nel caso, seguite l’orda di capelli da cowboy. 😉
Potrete dilettare il vostro tempo tra sfiziosi stuzzichini, (tra gli altri quest’anno avremo un mortadellone ciccione da metro) buonissima birra (HB) e ottima musica, grazie al dj Elvis che spazierà dalla musica country al rock anni 60, 70, fino all’hard rock della tarda serata 😉
Durante il giorno sarà allestito un piccolo “ranch rooping”, dove potrete cimentarvi nel tiro con il lazo.
Per l’occasione, il Presidente del Team Rooping Friuli vi affiancherà, con suggerimenti e dritte per riuscire a fare centro 😉 (e iù birris)
Nel chiosco, sempre presenti ceppo e martello: un utile alcotest.
Durante la giornata, balli di linea e di coppia e prove di ballo gratuite aperte a tutti con l’insegnante ufficiale del “Country Wave”.
Fondamentale annunciarvi che nella giornata di sabato verrà anche indetto il concorso che, alla fine della minifestazione, vedrà il vincitore di 2 BIGLIETTI PER IL CONCERTO DI VASCO, nella data conclusiva della decima edizione dell’HEINEKEN JAMMIN FESTIVAL, che quest’anno si terrà presso il Parco di S. Giuliano di Mestre (VE).
Ogni 3 birre da mezzo (mi pare giusto ricordarvi che la birra da mezzo vi costerà soli € 3)
vi verrà consegnato un tagliandino che vi permetterà di partecipare all’estrazione del rottinculo, che avverrà la sera del 25 aprile.
DOMENICA 22 APRILE
Ore 10: apertura chiosco e inizio festeggiamenti!
Considerato il successo dello scorso anno, abbiamo deciso di riproporre l’attrattiva per i piccoli cowboy.
Nella mattinata, l’Horse club Remuda di Gorizia, ci affiancherà con qualche simpatico pony offrendo giretti a tutti i bambini presenti, in un recinto allestito appositamente sulla zona erbosa del parco, proprio dietro al saloon.
Inutile dire che, nel frattempo, i genitori sono i benvenuti per una fresca birra al banco. 😉
La domenica trascorrerà di nuovo fra birra, musica, balli e tiri con il lazo.
(L’utile alcotest rimane in pianta stabile sulla soglia del saloon, eh?)
LUNEDI 23 APRILE
Ore 18: apertura chiosco e inizio festeggiamenti!
Dalle 19 alle 20, vi invitiamo a consumare il vostro aperitivo serale in nostra compagnia in occasione dell’HAPPY HOUR!  (prendi 1 e paghi 2) (o era il contrario? mah..)
In serata musica con dj Elvis e avanti con la festa!
MARTEDI 24 APRILE
Ore 18: apertura chiosco e inizio festeggiamenti!
Tenetevi forte: NOTTE BIANCA.
Si commenta da sola: tutto aperto. (Anche noi.) 
Ma andiamo oltre…
MERCOLEDI 25 APRILE
I reduci della notte bianca saranno i benvenuti fra quel che sarà rimasto del saloon.
Il mal di testa sarà intenso per cui, per cortesia, se dovete chiederci una birra, fatelo sottovoce.
Alle 19, però saremo di nuovo tutti in piena forma per lo strepitoso concerto dei “BIG WHEELS” di Trieste, imperdibile gruppo country dal violinista scatenato.
Per appassionati e non, credetemi: ne vale la pena 😉
Nella pausa del concerto, attorno alle 22, proseguiremo con l’estrazione del biglietto vincente.
(ve lo ricordo, ci sono in palio 2 biglietti per il concerto di Vasco, nell’ultima data dell’HJ’F il 17 giugno a Mestre)
Festeggiamenti a go-go con il rottinculo e avanti con il concerto, alla fine del quale vi saluteremo, dandovi l’arrivederci alla prossima occasione..
Presto. 
Molto, molto presto. 😉
PS- questa è una potentissima catena di S. Antonio; se la scioglierai ti pioveranno addosso sfighe di ogni genere, prima di tutte l’attendibilissima probabilità che ti compaiano pruriginosi herpes genitali tra dieci, nove, otto…
Prima che sia tardi, difendi la tua incolumità: invia questo messaggio a tutte le persone della tua mailing list.
Vivalà! 😉
Sara
(BIKERS are welcome!)

Country wave

13 aprile, 2007


.Signore e Signori, ecco a voi i Country wave:

n1545331971_8763_94381

Ps. Io sono quella accucciata, con i jeans, con il cappello bianco da cowboy.
Vabbè, dai, avete capito.

Immagino che non serva nemmeno che vi dica che il piccolo T. è l’unico vizioso con la birra in mano.

Compleblog

11 aprile, 2007

 tort.jpg

Un anno, eh?

Suvvia, non fate i timidi e cacciate fuori i regali.

 

Per farvi i miei auguri di buona Pasqua… Vi regalo un cioccolatino

6 aprile, 2007


Nelle mutande, però.

Fra quiescenze e brani jazz

2 aprile, 2007